LE ABILITA' SOCIALI A SCUOLA. COME INTEGRARE UNO STUDENTE DI SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO CON UN DISTURBO DELLO SPETTRO AUTISTICO

Di (autore) SPENNATI
Formato: Cartaceo

Questa ricerca si propone di analizzare le abilità sociali di studenti adolescenti, con il disturbo dello spettro autistico, che frequentano la scuola secondaria di secondo grado. La ricerca esamina le abilità sociali anche al di fuori delle attività previste dal percorso scolastico, con riferimento all’età e a tutte le interazioni informali che lo...

Lo trovi qui

Ecco dove puoi trovare questo volume.
EDUCatt -
Disponibile Campus di Milano

Questa ricerca si propone di analizzare le abilità sociali di studenti adolescenti, con il disturbo dello spettro autistico, che frequentano la scuola secondaria di secondo grado. La ricerca esamina le abilità sociali anche al di fuori delle attività previste dal percorso scolastico, con riferimento all’età e a tutte le interazioni informali che lo studente si trova a vivere nella sua quotidianità. In particolare, verranno analizzate alcune specifiche aree di interazione, quali quella affettiva tra coetanei, quella scolastica, tra docente e studente e quella interazionale con soggetti esterni alla propria rete educativa. Per ipotizzare soluzioni ai comportamenti-problema individuati e per arrivare ad ipotizzare di fornire, ai casi osservati, strumenti di successo formativo e sociale, sono stati utilizzati rinforzi visivi e verbali, al fine di stimolare le funzioni esecutive e per acquisire nuove competenze sociali, avendo cura di fare ricorso anche ai nuovi strumenti di comunicazione tecnologica/digitale. Nell’osservazione vengono esaminati anche alcuni rinforzi positivi, ma anche altri rinforzi che potrebbero avere un risultato positivo immediato ma non duraturo, definiti rinforzi negativi, da evitare al fine di rendere la persona autonoma nella generalizzazione degli apprendimenti. La rete educativa, insieme al GHLO e alla collaborazione con la famiglia degli studenti osservati, sono sempre individuati come strumenti e soggetti utili al fine di provare a risolvere alcuni comportamenti-problema emersi. Nei casi osservati di disturbo lieve emerge fortemente la mancanza di appropriate conoscenze delle regole di base della convivenza, che rimangono centrali per il passaggio dall’adolescenza all’età adulta, al fine di rendere la persona autonoma e rispettata socialmente. L’osservazione dei singoli casi di comportamenti-problema viene anticipata nel testo da una riflessione sulle potenzialità e fragilità della persona con il disturbo dello spettro autistico e le singole teorie, studi e classificazioni che, nel corso del XX secolo, hanno portato a raggiungere progressi nella comprensione e nell’aiuto necessario per i bambini e adolescenti ASD. È necessario partire dalla scuola: la scuola dell’infanzia e la scuola primaria prima e la scuola secondaria di primo e secondo grado successivamente devono poter avere gli strumenti per poter intervenire, partendo da una adeguata formazione avanzata degli insegnanti (non solo quelli di sostegno) sia con riferimento alle teorie e agli interventi in ambito comportamentale per questi studenti che sul piano delle competenze digitali e più ampliamente tecnologiche del nostro tempo.

Codice: 9788893359887
Autore: SPENNATI
Editore: EDUCATT
Anno di edizione: 2022
Genere: SCIENZE DELLA FORMAZIONE
Numero di pagine: 66